Abb e Assured per la standardizzazione delle infrastrutture di ricarica

Abb fa parte del consorzio Assured, che ha sviluppato una nuova strategia per compiere un ulteriore passo avanti nel mercato dei trasporti pubblici riguardo la standardizzazione delle infrastrutture di ricarica degli e-bus. I primi movimenti si verificheranno a partire dall’ultimo trimestre del 2019.

Il progetto quadriennale, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 Green Vehicles è iniziato nell’ottobre 2017 con l’obiettivo di sviluppare e testare soluzioni di ricarica ad alta potenza per applicazioni urbane e heavy-duty.

abb e assured

Progetto Assured, la prossima fase a fine 2019

Coordinato dalla Vrije Universiteit Brussel, il progetto conta 39 membri provenienti da 12 paesi che comprendono professionisti da tutta la value chain. Iniziato ad ottobre 2017, Assured proseguirà fino a settembre 2021. Il progetto ha un budget di 23,64 milioni di euro, di cui 18,65 milioni forniti dall’UE. Abb non è l’unico membro del consorzio per quanto riguarda il settore dei fornitori di infrastrutture di ricarica, presenti anche Heliox e Siemens all’interno del gruppo di società coinvolte nel progetto.

La fase successiva del progetto, come affermato da Abb, prevede lo sviluppo di test di conformità e interoperabilità basati su standard specifici. I test in ambiente controllato in una test house Idiada a Barcellona, ​​infatti, inizieranno nel quarto trimestre del 2019.

AUTOBUS: DIESEL O ALTERNATIVI?

Una dimostrazione in situazioni di vita reale

Ai test seguirà una dimostrazione dell’interoperabilità di stazioni di ricarica e veicoli in situazioni di vita reale in tre città europee, Göteborg (dove Abb alimenterà la linea più trafficata della rete di autobus urbani), Barcellona e Osnabruck, per il periodo 2020-2021. Dedicatamente a questo progetto, Abb fornirà versioni mobili delle sue infrastrutture di ricarica Panto Down e Panto Up, che possono essere installati in appena quattro ore, come sottolinea la società svizzera.

Frank Muehlon, Amministratore delegato del business globale delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici di Abb, ha commentato: «Noi di Abb abbiamo una storia nella standardizzazione nel mercato della mobilità elettrica come uno dei fondatori degli standard di ricarica dell’alleanza CHAdeMO e Ccs per i veicoli passeggeri. Siamo quindi orgogliosi di collaborare con le principali parti interessate del settore all’interno del consorzio Assured per aiutare a far evolvere la standardizzazione di ricarica per i veicoli pesanti elettrici. Strategie di tariffazione innovative contribuiranno a ridurre i costi totali di proprietà per gli operatori di flotte elettriche, contribuendo ad aumentare l’adozione di eBus ed eTrucks e consentendo un futuro più sostenibile in cui sia il rumore che l’inquinamento atmosferico saranno significativamente ridotti».

«Assured sta lavorando per un futuro più luminoso per la mobilità elettrica, in cui città e operatori saranno in grado di mescolare e abbinare facilmente i marchi di veicoli e stazioni di ricarica per migliorare le loro flotte», ha aggiunto Arno Kerkhof, capo divisione autobus e leader unità autobus presso Union Internationale des Transports Publics (Uitp).

ABB, OPERAZIONI A ZERO EMISSIONI