Fpt Industrial: oltre i motori

Fpt ha annunciato il proprio impegno nell’arte

Con l’installazione site specific di Christian Holstad, Consider yourself as a guest (Cornucopia), Fpt Industrial ha annunciato il proprio impegno a sostegno dell’arte. L’opera d’arte sarà esposta presso l’Università Ca’ Foscari Venezia: dal 9 all’11 maggio 2019 sulle acque del Canal Grande e dal 12 maggio al 12 giugno 2019 nel cortile dell’università.

Il progetto rivela non solo l’attenzione di Fpt al mondo dell’arte, essendo anche Main Sponsor del Padiglione Italia alla 58esima Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, ma anche l’impegno concreto rivolto alla sostenibilità e alla tutela ambientale, soprattutto dei mari, proprio per la rilevanza che la produzione di motori marini ha per l’azienda.

Da aprile 2019, infatti, Fpt è partner del progetto europeo Clean Sea Life, che promuove attività di sensibilizzazione volte alla tutela dei mari dall’inquinamento dei rifiuti. Nel 2018 le iniziative pilota di Clean Sea Life hanno visto il coinvolgimento di dodici pescherecci di San Benedetto del Tronto che, in una sola giornata di lavoro, hanno “raccolto” dal mare 385 kg di rifiuti, dimostrando come sia necessaria la diffusione di buone pratiche intorno a questo tema.

Carlo Moroni, Head of Communication di Fpt, ha dichiarato: «Si tratta di progetti di sensibilizzazione che riteniamo doverosi per una azienda come la nostra che da sempre investe in ricerca con l’obiettivo di produrre motori all’avanguardia, sostenibili e rispettosi dell’ambiente. L’installazione di Holstad e la sponsorship del Padiglione Italia sono un modo per consolidare ulteriormente il nostro impegno, per sostenere la produzione culturale e per rendere omaggio a Venezia, città che in assoluto rappresenta l’influenza dell’acqua sulle nostre vite».

fpt e arte

Un progetto speciale dell’artista Christian Holstad

Invitato da Milovan Farronato proprio per la sua attenzione ai temi del consumo, Christian Holstad ha immaginato un’opera site specific, ispirata dalle continue notizie sul crescente inquinamento dei mari e degli oceani di tutto il mondo.

Una cornucopia, simbolo antico di fortuna e di abbondanza, prodotta interamente con rifiuti plastici, diventa l’occasione per riflettere sull’urgenza di affrontare l’inquinamento dei nostri mari. Il significato classico di questa immagine iconica viene così stravolto dall’artista, acquisendo un inedito senso negativo di “eccesso”.

«Un mio vicino di casa aveva appeso alla porta un cartello con scritto ‘Considerati un ospite’. Per anni ho visto ogni giorno quella frase, che è diventata per me come un mantra inconsapevole», ha raccontato Christian Holstad, l’artista. «La nostra dipendenza dalla plastica non è sostenibile. I suoi effetti si stanno espandendo nei nostri continenti e nelle nostre acque. Consider yourself as a guest (Cornucopia) è una riflessione sull’impatto che abbiamo sul pianeta e sul nostro ruolo di consumatori che alimentano questa crescente massa di plastica». L’opera d’arte mira a sensibilizzare il pubblico in modo chiaro e immediato.

FPT, NEW HOLLAND E IVECO: ACCORDO SUL BIOMETANO

Fpt Industrial ha celebrato le opere di Leonardo Da Vinci in occasione del 500esimo anniversario della sua scomparsa

Da Venezia a Torino, Fpt ha annunciato la partnership come Main Sponsor delle mostre “Disegnare il futuro” e “L’uomo è modello del mondo”. I due appuntamenti celebrano Leonardo da Vinci a 500 anni dalla sua scomparsa.

L’esposizione di Torino, “Disegnare il futuro”, si svolge dal 15 aprile al 14 luglio, e le sontuose sale dei Musei Reali ospiteranno il celeberrimo Autoritratto assieme al Codice del Volo, Nudi per la battaglia di Anghiari, Studi delle zampe posteriori e anteriori del cavallo. I disegni coprono quasi l’intero arco temporale della vita del genio, documentando l’attività di Leonardo dalla giovinezza alla piena maturità.

Dal 19 aprile al 14 luglio invece, la mostra “L’uomo è modello del Mondo”, presso la Galleria dell’Accademia di Venezia, illustra al grande pubblico un insieme di disegni di Leonardo da Vinci. La rassegna offre un interessante excursus della produzione del maestro dal 1478 al 1519. Tra tutti i disegni, spicca il celeberrimo studio di proporzioni umane, più comunemente noto come Uomo Vitruviano, diventato simbolo di perfezione classica del corpo e della mente.

Carlo Moroni, Head of Communication di Fpt ha così commentato: «Grazie agli studi che nascono da una minuziosa osservazione e analisi della Natura, da molti oggi è ritenuto un precursore dei principi contemporanei della Sostenibilità Ambientale. Per questo è una grande fonte di ispirazione per il nostro Brand, che da sempre dimostra di essere non solo un innovatore, ma anche un leader e un punto di riferimento del mercato per tecnologia, attenzione al cliente e all’ambiente. Come per il maestro, anche per noi, il costante impegno nella ricerca e nello sviluppo sono elementi fondamentali per continuare a lasciare il segno con soluzioni sempre innovative».

Fpt promuove inoltre la “Pesca di plastica”

Il progetto promosso da Fpt “Pesca di plastica” ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla protezione dei mari dall’inquinamento e dai rifiuti. Nel mese di maggio, una quarantina di pescherecci di San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, raccoglieranno e porteranno a riva tutta la plastica recuperata in mare durante la pesca. Ogni imbarcazione “pesca” circa 16 kg di rifiuti quotidianamente: un dato che dimostra quanto sia necessario impegnarsi su questo fronte.

Questo progetto si aggiunge ad una serie di attività volte a promuovere il sostegno in ambito sociale verso le comunità locali in tutto il mondo, come Urban Forestry con cui l’azienda si impegna per la nascita di un nuovo bosco urbano nella città di Torino, e “Yes, we Kenya” grazie al quale ha donato un sistema di irrigazione all’università Jomo Kenyatta of Agriculture and Technology di Nairobi con l’obiettivo di porre le basi per un’agricoltura sostenibile nel paese. Con il progetto TechPro2 invece, supporta il sociale sostenendo un programma internazionale di formazione rivolto a giovani provenienti da contesti anche disagiati.

«Siamo convinti che ognuno possa fare la propria parte nei confronti dell’ambiente e Fpt si sta muovendo in questa direzione attraverso gesti concreti», ha commentato Egle Panzella, responsabile Brand Equity, Sustainability and Heritage di Fpt. «I nostri sette centri di Ricerca & Sviluppo sono impegnati ogni giorno nello studio di soluzioni alternative sempre più rispettose dell’ambiente, come gas naturale, biometano e concept di motori alimentati a idrogeno».