JCB e il “suono” del silenzio

Jcb ha partecipato al “Teatro del silenzio” con il 90Z-1

JCB ha contribuito all’allestimento dell’edizione 2018 del “Teatro del Silenzio”, l’appuntamento musicale estivo promosso ogni anno dalla Andrea Bocelli Foundation. All’opera il nuovissimo escavatore compatto JCB 90Z-1, che di silenziosità se intende.

Il “Teatro del Silenzio” è una struttura temporanea voluta dal Maestro Andrea Bocelli che ogni estate a Lajatico, località delle colline toscane in provincia di Pisa, ospita dal 2006 un importante evento musicale.

La costruzione consta di un palcoscenico circolare di alcuni metri di raggio al cui centro campeggia una scenografia diversa ogni anno, la platea è mobile e nei giorni in cui il teatro non è in attività viene completamente smontata e si trasforma in un lago artificiale.

Ogni anno, quindi, il Teatro del Silenzio deve essere appositamente preparato ad accogliere gli oltre 800 spettatori previsti. Alla realizzazione dell’edizione 2018 ha partecipato anche JCB, tramite il dealer Sami di Cascina (PI), con il nuovissimo escavatore compatto modello 90Z-1. Una macchina che di silenzio se ne intende.

jcb teatro del silenzio 90z-1

JCB: UN’OTTIMA ANNATA

Diamo un sguardo alle caratteristiche del 90Z-1

Modello della gamma di escavatori compatti JCB da 1 a 10 tonnellate, il 90Z-1 è un escavatore a ingombro di rotazione zero (giro sagoma), che offre un motore più potente, un maggiore raggio di lavoro, una potenza idraulica superiore per prestazioni ulteriormente migliorate, un motore particolarmente vantaggioso in termini di riduzione dei consumi ed è inoltre eccezionalmente silenzioso (74 dB).

Le caratteristiche principali del nuovo midi JCB 90Z-1 includono: incremento della produttività rispetto a un escavatore tradizionale con braccio fisso (centro ralla), cabina ribaltabile di 30° per una più agevole manutenzione, intervalli di ingrassaggio a 500 ore, nuova e più ampia cabina, carrozzeria al 100% in acciaio per una durata prolungata.

Con un peso operativo di 9.733 chili, l’escavatore presenta la medesima larghezza e altezza della cabina dei “fratelli minori” 85Z-1 e 86C-1.

La carrozzeria interamente in acciaio offre tutto lo spazio necessario per l’alloggiamento di un motore più potente, una pompa idraulica di maggiore capacità e cilindri idraulici più grandi, che garantiscono una superiore forza di strappo alla benna e al braccio.

Inoltre, nella configurazione con l’attrezzatura di scavo più lunga, il nuovo midi Jcb 90Z-1 può raggiungere la profondità di scavo massima di 4.153 millimetri, un’altezza di scarico di 5.420 millimetri e uno sbraccio al livello del suolo di 7.389 millimetri.

La macchina è alimentata da un Jcb Diesel by Kohler in grado di erogare 55 kW, retaggio dell’accordo siglato nel 2014 che ha visto personalizzare l’1,9 e il 2,5 litri di Reggio Emilia per le minipale e i minescavatori Jcb.

JCB E LO STAGE V

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio