Kubota ed il vincitore del Diesel of The Year 2019: il V5009

Il premio Diesel of the Year 2019 è saldamente nelle mani del V5009. Volevamo saperne di più sul vincitore e così siamo andati direttamente alla fonte. Abbiamo chiesto a Kubota di raccontarci di più sul V5009 che sarà sicuramente uno dei principali protagonisti al Bauma di quest’anno (8-14 aprile). Ecco cosa hanno condiviso con noi.

DIESEL OF THE YEAR 2019: V5009

Potete parlarci della genesi del progetto V5009?

Per capire la genesi del V5009 dobbiamo partire dalla nostra storia. I motori di Kubota sono stati il ​​”cuore pulsante” di macchine agricole e da costruzione prodotte da Kubota fin dal 1922, ma negli ultimi anni, oltre la metà delle nostre vendite sono passate attraverso i produttori Oem. Siamo diventati n. 1 nei motori diesel industriali al di sotto di 100 cv, ricevendo regolarmente feedback positivi dai nostri clienti in tutto il mondo, in particolare per quanto riguarda la qualità e la durata dei nostri prodotti. Molti hanno anche accennato al loro desiderio di utilizzare i motori Kubota per applicazioni più grandi.

Per soddisfare tali esigenze e sviluppare il business dei motori in un nuovo mercato insieme ai nostri clienti, abbiamo preso la decisione di sviluppare il V5009 ad alta cilindrata per una più ampia gamma di applicazioni, pur mantenendo la reputazione di affidabilità che Kubota ha acquisito nel corso degli anni.

Come leader di mercato inferiore al di sotto dei 100 cv, la prima sfida è stata quella di chiarire le esigenze del mercato per un motore industriale di questo tipo che rifletta la qualità di Kubota. C’erano chiare differenze, non solo nel modo di pensare, ma anche nel concetto generale di distacco significativo dai motori creati per le piccole esigenze industriali.

Le maggiori sfide erano legate alla resistenza dei componenti del motore e al grado di sicurezza. Si è trattato di calcolare con precisione la forza del motore per garantire la rinomata “Kubota Durability” al crescere del livello di prestazioni. A causa della sua importanza per i clienti, non c’era spazio per compromessi nel calcolo del grado di durabilità richiesto. Nel processo di aumento dei livelli di prestazione, ripetuti test di durata ci hanno permesso di migliorare l’accuratezza dell’input per i calcoli della resistenza. Un’altra considerazione importante è stata discernere con precisione ciò che doveva essere cambiato e ciò che doveva rimanere invariato.

Quali sono le principali applicazioni del motore da 5 litri?

Riteniamo che, in linea con la tendenza significativa verso il ridimensionamento, il motore da 5 litri inizi ad essere utilizzato da clienti che in passato avrebbero potuto guardare a motori da 6 o 7 litri. Per il V5009 questo può includere escavatori, rulli e compattatori, pale gommate, compressori e movimentatori di materiali.

Quali sono gli aspetti chiave su cui si concentra la ricerca e lo sviluppo di Osaka?

Per mantenere sia la reattività ambientale che la durabilità, abbiamo sempre cercato di rispettare le severe normative di Stati Uniti ed Europa, che sono avanzate in termini di conservazione ambientale, ma senza compromessi sulle prestazioni del motore. Per il V5009, abbiamo preso la decisione di renderlo conforme alle imminenti normative cinesi sulle emissioni off-road e di rendere così questo motore una soluzione disponibile a livello globale per gli Oem che desiderano utilizzare una piattaforma comune per i loro prodotti.

Nello sviluppo del V5009, avere una sostenibilità ambientale all’avanguardia era essenziale. Un’altra sfida consisteva nel garantire che avrebbe avuto una durata che gli avrebbe permesso di continuare a funzionare ai massimi livelli in molteplici scenari.

v5009 doty 2019

L’affidabilità è un marchio di fabbrica di Kubota. Come si potrebbe esplicare questo concetto in riferimento al V5009?

Mantenere la reputazione per durata ed affidabilità che Kubota ha accumulato nel corso degli anni, pur ottenendo un aumento della produzione, ha richiesto calcoli di resistenza molto solidi. Inoltre, il concetto di design e l’approccio ai nuovi motori differivano completamente da quelli dei motori più piccoli, per i quali Kubota ha già una lunga reputazione alle spalle.

Incorporare la resistenza dei componenti in grado di sostenere una maggiore potenza nel nostro progetto è stata una sfida, ma il tutto è stato rigorosamente testato per soddisfare gli standard di Kubota. Siamo molto fiduciosi di poter superare le aspettative dei clienti per durata e prestazioni grazie al V5009.

Il V5009 è il primo vincitore del Doty “non occidentale”. È la giusta ricompensa per la coerenza con cui l’ingegneria giapponese ha creduto nell’after-treatment e nel meticoloso miglioramento della combustione?

Siamo orgogliosi di essere i primi vincitori non occidentali del premio, ma non si tratta di Occidente contro Oriente, questa è più una ricompensa per i meticolosi standard ingegneristici di Kubota che vanno dalla progettazione iniziale allo sviluppo successivo. È una risposta all’ascolto delle esigenze dei nostri clienti e al tentativo di creare una piattaforma globale che risponda al “downsizing movement” e che soddisfi norme di conformità sempre più stringenti in tutto il mondo. In definitiva, il V5009 ci aiuta ulteriormente a soddisfare la domanda dei clienti per la nostra gamma più ampia possibile di motori e siamo orgogliosi di poter avere il Doty 2019 come parte fondamentale della nostra offerta.

KUBOTA ALLA VIGILIA DEL BAUMA