L’idrogeno secondo Nuvera: perché sceglierlo

Perché puntare sull’idrogeno? Nuvera ha provato a dare una risposta a questa domanda partendo dalla “chimica”: in fondo si tratta dell’elemento più semplice in natura. Sottolineando, poi, come possa immagazzinare e fornire energia tranquillamente utilizzabile. Analizziamo meglio il punto di vista di Nuvera…

L’idrogeno può rendere l’elettricità più accessibile per il futuro

Ad oggi, il petrolio continua ad essere la risorsa dominante per il trasporto in tutto il mondo perché benzina e diesel sono ad alta intensità energetica e facilmente trasportabili. Tuttavia, l’era dei combustibili fossili sta volgendo ormai al termine secondo Nuvera. Non solo il carbone, il petrolio e il gas naturale stanno diventando più scarsi e più difficili da estrarre, ma anche la loro produzione e il loro utilizzo mettono a dura prova l’ambiente.

Batterie o celle a combustibile?

Le batterie funzionano bene per l’elettronica e per i veicoli che non richiedono una grande quantità di energia tutto il giorno. Ma per molte applicazioni pesanti però, i lunghi tempi di ricarica e la bassa densità di potenza rendono l’uso della batteria su attrezzature industriali, camion, autobus e automobili limitato o poco pratico.

nuvera idrogeno

L’energia elettrica proveniente dall’idrogeno può essere immagazzinata, trasportata e distribuita a seconda delle necessità e quindi può alimentare rapidamente i veicoli elettrici a celle a combustibile, senza lunghi tempi di ricarica e complesse infrastrutture. Inoltre, la densità di potenza dei sistemi a celle a combustibile su un veicolo è un ordine di grandezza superiore rispetto ai veicoli elettrici a batteria. Il risparmio di peso e spazio fornito dalle celle a combustibile è particolarmente rilevante per le flotte del settore dei trasporti, così come per gli autobus e altri veicoli commerciali.

In più, Nuvera sottolinea come al momento la migliore tecnologia di ricarica delle batterie sia circa 20 volte più lenta rispetto ai rifornimenti di benzina o idrogeno.

Idrogeno al servizio della mobilità

Il caso dell’idrogeno si rafforza man mano che le applicazioni motrici delle celle a combustibile continuano a proliferare. Rispetto alla benzina e al diesel, l’idrogeno riduce significativamente la dipendenza dai combustibili fossili e le emissioni di gas, anche se prodotto da gas naturali, poiché il processo combinato di produzione e conversione di energia è molto più efficiente. L’idrogeno rinnovabile, prodotto dal biogas o dall’elettrolisi solare/eolica, ad esempio, fornisce un mezzo di accumulo di energia significativo e praticamente illimitato a favore della mobilità.

ABBIAMO GIA’ DISCUSSO DI NUVERA E CELLE A COMBUSTIBILE…

L’idrogeno è davvero il futuro della mobilità e della produzione di energia? Nuvera sembra esserne convinta, al momento però una vera risposta ancora non c’è… Per ulteriori argomentazioni sul tema idrogeno restate connessi alle pagine virtuali di Diesel Web.

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio