Nikola Motor alle prese con le celle a combustibile

Raccogliendo 205 milioni di dollari di finanziamento lo scorso anno, Nikola Motor è diventata figura di spicco per il mercato dei veicoli commerciali a celle a combustibile (FCCV). Mentre le celle a combustibile rimangono costose per i produttori, il recente acquisto di terreni di Nikola Motor in Arizona per il proprio stabilimento di produzione, insieme ai 13.000 pre-ordini, evidenzia i livelli di investimenti verso questo tipo di tecnologia, mirando a finanziamenti per un miliardo di dollari quest’anno. Dall’ultimo report di Interact Analysis, le previsioni parlano di 45.000 FCCV consegnati annualmente entro il 2025.

Celle a combustibile per applicazioni marine e off-highway

La divisione Power Conversion di GE e Nedstack stanno collaborando allo sviluppo di sistemi a celle a combustibile a idrogeno per l’alimentazione di navi da crociera a zero emissioni. Le due società hanno sviluppato un progetto per una centrale elettrica a celle a combustibile a idrogeno da 2 MW su una nave da spedizione. Il collaudo di centrali elettriche di questo tipo è essenziale per la completa maturazione della tecnologia e potrebbe avere benefici per i power stack utilizzati nei veicoli commerciali.

Abb e Sintef, inoltre, hanno annunciato che stanno testando/modellando la tecnologia necessaria per rendere scalabile questa tecnologia a favore della propulsione di navi commerciali e per trasporto passeggeri. La metodologia di test, in fase di sviluppo presso il laboratorio Sintef Ocean di Trondheim, utilizzerà due celle a combustibile da 30 kW, configurate per modellare il funzionamento e il controllo di un sistema di alimentazione marino completo in un impianto di propulsione tarato in megawatt.

nikola motors celle combustibile

Il software di Abb, insieme alle funzionalità del simulatore di Sintef Oceans, imiterà e riprodurrà diversi profili di carico e combinazioni di diesel/batteria/celle a combustibile, testati in un ambiente di laboratorio su scala ridotta. Un altro obiettivo chiave sarà stabilire come migliorare il controllo delle celle a combustibile in combinazione con lo stoccaggio di energia e come ottimizzarne efficienza, affidabilità e durata.

Questi grandi progetti marittimi contribuiranno a ridurre il costo delle celle a combustibile a idrogeno e anche a testare la tecnologia per applicazioni più impegnative.

La sfida dell’elettrificazione

Nel mercato off-highway ci sono, inoltre, due grandi sfide per l’elettrificazione:

  • Densità di energia. Per i tipi di macchinari più grandi o quelli con i cicli di lavoro più intensi, le soluzioni elettriche a batteria non possono supportare i requisiti di alimentazione necessari.
  • Accessibilità energetica. I macchinari off-highway spesso operano in luoghi che hanno accesso limitato o nullo alla rete elettrica, impedendo così l’uso di macchine elettriche.

Se queste macchine saranno mai elettrificate (ad esempio in seguito a cambiamenti sulle emissioni), allora la tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno sarà probabilmente l’opzione migliore per raggiungere la necessaria densità di energia. Per i siti più remoti, l’idrogeno può anche svolgere un ruolo importante, sia per la generazione di energia in loco che per alimentare direttamente le macchine.

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio