Il Ceo di Nuvera, Lucien Robroek, parla di celle a combustibile a idrogeno

Le celle a combustibile a idrogeno stanno cercando di emergere sul mercato come una delle tecnologie per il trasporto in evoluzione di oggi. Il Ceo di Nuvera, Lucien Robroek, ha deciso di parlare di questo settore in rapida crescita e del suo impatto sulle diverse forme di mobilità.

Lucien Robroek celle combustibile

Com’è stato il suo viaggio fin qui insieme a Nuvera?

Per 11 anni ho lavorato presso una società di consulenza in ingegneria dei materiali e tecnologia di produzione e ho collaborato con un team di 90 persone. Successivamente, mi sono spostato dal lato della tecnologia, concentrandomi sulle unità di trattamento dell’aria. Ho lavorato con ingegneri di diversa provenienza e ho sempre avuto un prodotto finale su cui lavorare.

Successivamente sono stato assunto dal gruppo Hyster-Yale, ora società madre di Nuvera, nella divisione Big Trucks per i Paesi Bassi. Il lavoro ha combinato lo sviluppo del prodotto e del business e alla fine ha portato al mio ruolo attuale in Nuvera.

Cosa le piace di più dell’essere a Nuvera?

Nuvera è abbastanza piccola da conoscere i clienti a livello personale, ma abbastanza grande da sviluppare una varietà di componenti e tecnologie. Abbiamo i nostri prodotti, supervisioniamo tutto, dalla produzione alle vendite all’assistenza clienti e la natura eccitante della tecnologia con cui stiamo lavorando è un enorme vantaggio. Sono fermamente convinto che la tecnologia di Nuvera stia cambiando la nostra vita quotidiana.

Venendo dai Paesi Bassi, come confronterebbe le tendenze di sostenibilità e mobilità in Europa con altre parti del mondo?

L’Europa è composta da molti paesi diversi e certamente ci sono zone in cui la sostenibilità è al primo posto, come i paesi scandinavi, la Germania e il Regno Unito. Le infrastrutture per l’idrogeno tendono ad essere il collo di bottiglia nell’adozione delle celle a combustibile in Europa, sebbene il panorama politico stia contribuendo a cambiare la situazione in meglio. Le iniziative di trasporto senza emissioni generalmente iniziano a livello locale e alla fine guidano la politica a livello nazionale e transnazionale.

In Cina, in particolare, il governo centrale sta guidando gli sforzi per ridurre le emissioni, il che può avere i suoi vantaggi in termini di rapidità con cui avviene il cambiamento. Gli Stati Uniti, il Giappone, la Corea del Sud e l’Australia sono tra le altre nazioni all’avanguardia nel trasporto pulito.

Le celle a combustibile hanno già avuto un grande impatto nella movimentazione di materiali. In quali altri mercati crede che le celle a combustibile abbiano il maggiore impatto?

Ovunque sia necessaria una fonte di energia mobile, entrano in gioco le celle a combustibile. Come diciamo qui a Nuvera, “Se si muove, ha bisogno di un motore a celle a combustibile!” Sappiamo che le batterie non sono l’unica soluzione. Hanno il loro posto, ma abbiamo bisogno di celle a combustibile in aree in cui non abbiamo tempo di aspettare la ricarica. Quando disponi di flotte con molte attrezzature, in particolare attrezzature più grandi e più costose, non puoi semplicemente sostituire le batterie o le attrezzature per la ricarica.

L’IDROGENO SECONDO NUVERA: PERCHE’ SCEGLIERLO

Per i bus elettrici a batteria, ad esempio, i conducenti devo attendere per forza una ricarica completa. Ecco dove l’infrastruttura è la chiave. Penso che le stazioni di rifornimento a idrogeno saranno disponibili nelle città più densamente popolate e una volta avuta l’infrastruttura, i veicoli a celle a combustibile domineranno rapidamente.

Qual è la sua risposta agli scettici rispetto alle celle a combustibile?

Oltre alle celle a combustibile, le batterie sono l’unica alternativa per il trasporto a emissioni zero. Tuttavia, non ci sono abbastanza materie prime per costruire batterie per soddisfare la domanda globale. Inoltre, espandere la rete elettrica per caricare tutti i veicoli a batteria sarebbe un’impresa enorme.

L’idrogeno è un vettore energetico e un modo per trasportare energia elettrica senza sovraccaricare la nostra infrastruttura elettrica. Per avere un impatto significativo sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e sul miglioramento della qualità dell’aria, abbiamo bisogno di celle a combustibile: non hanno tutte le restrizioni delle batterie.

Quali sono alcune idee sbagliate diffuse sull’idrogeno?

Il principale malinteso diffuso è evidente nelle preoccupazioni relative alla sicurezza dell’idrogeno. Questi sono gli stessi problemi che sono sorti quando abbiamo iniziato a utilizzare gas naturale e altri combustibili. La sicurezza è fondamentale, ma una volta adottate le garanzie adeguate, si tratta di abituarsi. L’idrogeno è stato usato in sicurezza in molti settori come l’industria petrolchimica e per la lavorazione degli alimenti per lungo tempo.

Un motore a celle a combustibile è un dispositivo che converte l’idrogeno in energia elettrica: è quindi un’auto elettrica a tutti gli effetti, con i vantaggi che conosciamo tutti come un minor numero di parti mobili da riparare, zero emissioni, alta efficienza e un’esperienza di guida ad alte prestazioni . L’esperienza che abbiamo acquisito con le auto elettriche ha davvero spianato la strada alla propulsione a celle a combustibile.

Qual è una cosa che desidera far sapere al grande pubblico sulle celle a combustibile?

Che è possibile rifornire di carburante un veicolo a celle a combustibile in soli tre minuti. Richiede solo una stazione di rifornimento di idrogeno, non così diversa da quella a cui tutti sono abituati oggi. I proprietari di veicoli possono continuare a utilizzare le loro attrezzature o autobus o auto nello stesso modo in cui lo fanno ora. Non è lo stesso con un’auto a batteria. È un po spaventoso se dipendi da una batteria e vedi che l’autonomia diminuisce di 50 miglia quando ne hai percorse soltanto 10. Con le celle a combustibile, sai esattamente quanta autonomia rimane.

Qual è la sua previsione per l’industria delle celle a combustibile nei prossimi tre anni?

L’industria decollerà enormemente. Ora c’è un’atmosfera diversa rispetto a cinque o 10 anni fa. Ci sono molte nuove aziende che entrano nel mercato perché vedono i benefici della tecnologia e la crescente domanda in tutto il mondo. Ci saranno molte lezioni da apprendere mentre l’industria continua a crescere.

Stiamo lavorando duramente per preservare la community di Nuvera, fortemente orientata all’innovazione, mentre commercializziamo i nostri prodotti e diventiamo una grande azienda produttrice di motori. Siamo in una posizione unica con Hyster-Yale per inseguire il successo nel settore della movimentazione dei materiali e abbiamo la capacità di espanderci a livello globale. La chiave per Nuvera è rimanere concentrati.

NUVERA E I MOTORI “2.0”