Top Team 2018 di Scania

Anche quest’anno grande spettacolo al Top Team di Scania

Top Team 2018. Quest’anno la competizione organizzata da Scania è arrivata alla decima edizione internazionale. L’esordio risale al 1989.

I dodici migliori team, rappresentanti delle proprie regioni a livello mondiale, invitati a sfidarsi presso la casa madre del colosso svedese sono stati: Argentina, Austria, Brasile, Cina, Finlandia, Nuova Zelanda, Polonia, Svizzera, Taiwan, Paesi Bassi, Emirati Arabi Uniti e ultima, ma non ultima, Italia.

A tenere alto l’onore del Bel Paese quest’anno ci ha pensato la Affini Service di Mantova. Il team italiano ha dimostrato di aver più che meritato un posto tra i migliori team al mondo sotto le luci dei riflettori di Södertälje.

Il team era formato da: Simona Sandrini, Omar Bernini, Marco Baiguini, Luca Migliori, Angelo Regna, accompagnati per l’evento da Stefano Affini e Tiziano Bergamo.

Team italiano Top Team 2018

La semifinale

La semifinale ha visto sfidarsi i dodici team in sei diverse sfide. Ciascun team è rimasto separato dagli altri nello svolgimento delle prove, a conoscenza, quindi, solo del proprio operato fino alla conclusione di tutte e sei.

Le prove hanno spaziato dalla componentistica, all’elettronica, all’individuazione e soluzione di guasti, fino ad arrivare anche a pure domande teoriche, tutto rigorosamente in tema Scania.

I ragazzi della Affini Service sono riusciti ad entrare nella “top five” mondiale con un meritatissimo quinto posto al termine delle prove. Si sono presentati con un ottimo livello di preparazione e coesione e dimostrando sicuramente di avere il potenziale necessario per competere a livelli così alti.

La finale

I migliori quattro team della prima giornata, Polonia, Svizzera, Austria e Nuova Zelanda, si sono poi sfidati nella finale mondiale in diretta streaming. Organizzata da Scania su un vero e proprio palcoscenico televisivo.

I finalisti si sono sfidati tra quiz teorici, componentistica, elettronica e meccanica, intervenendo anche direttamente su un V8 Scania da dover riparare. Questa volta faccia a faccia e con il cronometro e l’ansia della diretta ad incombere durante lo svolgimento delle prove.

Alla fine, è stata la Nuova Zelanda a riuscire ad aggiudicarsi il primo posto ed il premio di 50.000 euro, seguita dalla Svizzera al secondo posto (a cui è andato il premio di 30.000 euro) e dall’Austria al terzo (a cui è andato il premio di 20.000 euro).

Dalla Nuova Zelanda, i vincitori del Top Team 2018

La competizione ha dimostrato, ancora una volta, tutto il talento ed il potenziale di team di specialisti giovani e preparati e l’interesse di una società come Scania ad investire nella ricerca di questo tipo di talento.

Le aspettative per il prossimo Top Team di Scania sono già molto elevate in vista della prossima edizione, da cui ci si aspetta un livello sempre più alto considerate le ottime premesse in conclusione all’evento di quest’anno.