Webasto e il futuro della mobilità

Holger Engelmann, presidente del consiglio di amministrazione di Webasto, durante la conferenza stampa annuale del fornitore automobilistico a Monaco, ha spiegato: «Il 2018 non è stato un anno particolarmente stimolante, ma è stato molto importante in termini di decisioni strategiche per Webasto».

Riepilogo del 2018 di Webasto

Il gruppo Webasto nel 2018 ha generato vendite leggermente inferiori al livello dell’anno precedente, pari a 3,4 miliardi di euro. Di questi, le vendite di sunroof, panorama e convertible roof hanno rappresentato 2,8 miliardi di euro (82%). Le vendite di soluzioni di riscaldamento e raffreddamento hanno rappresentato circa 600 milioni di euro (17%). Le vendite della divisione start-up hanno rappresentato quasi 20 milioni di euro (1%). A livello regionale, il 42% delle vendite di Webasto è attribuibile all’Asia, il 41% all’Europa ed il 17% alle Americhe.

L’obiettivo principale di Webasto nell’ultimo anno è stato quello di migliorare la propria divisione tecnologica, guardando allo sviluppo a lungo termine. Per questo motivo ha speso circa 271 milioni in ricerca e sviluppo. Spese destinate principalmente allo sviluppo di prodotti per sistemi di batterie, stazioni di ricarica e riscaldamento elettrico.

webasto conferenza

Guardando alla direzione futura a lungo termine, gli investimenti sono andati anche agli edifici e agli impianti. In particolare, per la creazione e l’espansione delle capacità produttive in tutte le regioni.

Holger Engelmann ha aggiunto: «Come annunciato lo scorso anno, stiamo investendo un totale di 600 milioni di euro nel nostro sviluppo strategico entro tre anni. Nel primo anno abbiamo già effettuato pagamenti anticipati per circa 210 milioni di euro. Nel corso del nostro sviluppo strategico stiamo anche investendo nella creazione e nell’espansione delle competenze professionali chiave. La maggior parte dei nostri nuovi colleghi lavora nei nuovi settori di business, sta rafforzando le competenze dell’azienda nel settore dell’elettronica o sta contribuendo all’espansione delle capacità nel settore dei sistemi di copertura, in particolare in Messico e in Cina».

Nuova struttura organizzativa

Dall’inizio del 2019 il Gruppo Webasto ha modificato la propria struttura in tre business unit attive a livello globale:

Roof & Components: sviluppo e produzione di tetti apribili, tetti panoramici e cabriolet. Energy & Components: sviluppo e produzione di sistemi di batterie, soluzioni di ricarica e sistemi di riscaldamento elettrici e a combustibile. Entrambe le unità lavorano insieme per servire gli stessi target: produttori di automobili e veicoli commerciali. La terza unità, Customized Solutions, offre soluzioni e servizi per clienti finali, partner commerciali e produttori di veicoli speciali.

Questa nuova struttura permetterà all’azienda di mantenere una forte attenzione al prodotto sia nel core business che nelle nuove aree di business. Holger Engelmann ha spiegato: «La nuova struttura organizzativa ci consente di organizzare le strutture esistenti meglio di prima per le nuove aree di business e con esse far crescere rapidamente la nostra attività. Inoltre, possiamo raggiungere nuove sinergie attraverso l’uso flessibile e globale delle risorse».

In seguito all’introduzione della nuova struttura organizzativa all’inizio del 2019, un importante obiettivo sarà la successiva espansione del livello di standardizzazione.

Uno sguardo al probabile futuro

La previsione per quest’anno è legata alla performance dell’anno precedente. Le vendite durante il primo trimestre del 2019 hanno eguagliato i livelli dello scorso anno. Il margine di profitto per il primo trimestre è stato inferiore al valore dell’anno precedente a causa dell’elevato livello di investimenti.

Aspettative per l’annata: sulla base degli investimenti nei nuovi settori di attività e dell’acquisizione delle quote di joint venture da parte del partner sudcoreano Donghee, Webasto prevede un aumento delle vendite e un margine di profitto leggermente inferiore al livello dell’anno precedente.

Holger Engelmann, riassumendo i piani per il futuro, ha dichiarato: «Ci stiamo dirigendo verso un futuro dinamico con ritrovata forza innovativa e ci siamo prefissati l’obiettivo di raddoppiare le vendite entro il 2025».