Da Cummins, il progresso per lo Stage V non si ferma

Il progresso per lo Stage V continua ad essere un obiettivo chiave per Cummins

Al Bauma Cummins ha festeggiato il centenario con una presenza focalizzata sullo Stage V mentre guarda al progresso delle tecnologie future come elettrificazione e connettività. L’obiettivo è far sapere a tutti che l’evoluzione dei prodotti di Cummins non si fermerà mai. In particolare, Alexei Ustinov, vicepresidente Off-Highway Engine Business, ha dichiarato: «Da quando abbiamo presentato i nostri motori Stage V per l’industria delle costruzioni  al Bauma 2016, abbiamo fatto grandi progressi e siamo in produzione con tutti i modelli di motori da F3.8 a X15. Abbiamo completato, o sono in corso, più di 200 installazioni di macchine, decisamente in aumento rispetto allo Stage IV. Stiamo sviluppando alimentazioni alternative come ibridi, elettrici e celle a combustibile, tuttavia lo Stage V rimane una parte fondamentale della nostra pianificazione».

DOPPIA PROPOSTA PER L’ELETTRIFICAZIONE

Al Bauma 2019, ovviamente, Cummins presenterà la propria tecnologia per lo Stage V. In grado di fornire più potenza e coppia, pur essendo meno complessa e più facile da installare. Il B6.7, che fa la sua comparsa al Bauma, offre il 30% in più di coppia rispetto allo Stage IV con 243 chilowatt di potenza. È quindi assolutamente in grado di sostituire i motori di cilindrata superiore senza alcun impatto sul funzionamento della macchina.

Cummins stage v

B6.7

Presente anche il migliore della sua categoria (in base ai confronti effettuati nella gamma tra 3,4 e 3,8 litri), l’F3.8, in versione power unit Stage V. Fornito come pacchetto di alimentazione completo e pronto all’uso, comprende motore, post-trattamento, radiatore e sistema di raffreddamento, nonché accessori quali piedi di montaggio, tubi e un filtro dell’aria. L’unità è pre-approvata per oltre il 70% per l’installazione, riducendo tempo e risorse necessarie per l’integrazione. I motori Stage V e le power unit sono disponibili da 75 a 503 kW.

Ci sono novità anche per il settore minerario

Non è un segreto che la normativa Stage V influisca anche su motori superiori a 560 kW. Ecco perché, al Bauma, Cummins ha poprtato anche il nuovo motore QSK60 Stage V. Parte della linea mineraria tra 55-2125 kW, il QSK60 è disponibile da 1.398 a 2.125 kW per l’utilizzo con escavatori e dumper, con una durabilità di quasi 4,2 milioni di litri.

Un cilindro ridisegnato, un turbocompressore wastegate e un sistema di sfiato lavorano insieme per mantenere il particolato al di sotto dei livelli dello Stage V. Il sistema Scr modulare è l’arma preferita contro le emissioni di NOx. Ci sono anche una camera di decomposizione integrata e il sistema di dosaggio airless di Cummins, focalizzato sul rimanere attivi per tutta la vita del motore.

Il QSK60 a due stadi presenta una configurazione di gestione dell’aria semplificata che utilizza turbocompressori Cummins con intercooler per raggiungere una capacità di altitudine di oltre 3.500 m, con un facile accesso per la manutenzione.

Alexei Ustinov ha aggiunto: «La soluzione per la combustione e le emissioni di Cummins Tier 4 Final per il Nord America ci ha consentito di raggiungere lo Stage V con il minimo impatto per gli Oem. L’utilizzo della comprovata tecnologia Scr con la rinomata affidabilità e durata della gamma QSK consente al cliente di scegliere Cummins senza porsi troppe domande».

UNO SGUARDO ANCHE ALL’HSK78G PRESENTATO AL MEE DI DUBAI

I G-Drive sono una nuova aggiunta alla famiglia Stage V di Cummins

Il Bauma 2019 è la location perfetta per Cummins per celebrare il suo 100° anniversario. I visitatori che arrivano allo stand A4.325 hanno potuto vedere come tutto sia iniziato, con il primo motore dell’azienda noto come Hvid in mostra a testimonianza di questo secolo passato di progresso motoristico.

Su questo argomento, Alexei Ustinov ha dichiarato: «Il nostro tema per il centenario è “sfidare l’impossibile”, che riflette lo spirito di innovazione del nostro fondatore Clessie Cummins, che vive ancora oggi nei nostri attuali dipendenti. Nel corso di questi 100 anni Cummins ha dimostrato la propria affidabilità sviluppando prodotti leader del mercato e l’intenzione è quella di continuare a farlo per tutto il nostro secondo secolo».

QSK60

Per rispecchiare questo spirito di progresso innovativo, Cummins ha confermato la disponibilità di motori G-Drive Stage V a velocità fissa per il Bauma. I benefici visti con i motori Stage V a velocità variabile con densità di potenza più elevata e complessità ridotta, grazie alla rimozione dell’Egr e utilizzando un sistema di post-trattamento più semplice, sono stati riportati anche in questo caso, con ulteriore ottimizzazione per l’utilizzo del gruppo elettrogeno.

«L’aumento della capacità di alimentazione potrebbe offrire opportunità di riduzione delle dimensioni con una più facile installazione per i clienti», ha concluso Ustinov. Inizialmente B6.7 e L9 saranno disponibili in stand-by e prime power tra 50 e 60 Hz, con altri motori a seguire più in la nel tempo.

Ecco uno sguardo ai valori dei G-Drive B6.7 e L9:

2019-04-30T13:30:10+00:0011 Aprile 2019|Categorie: INDUSTRIALI|Tag: , , , , , , , , , , , , |